Vincolo idrogeologico

ai sensi dell'art.7 R.D. 3267 del 30.12.1923 e dell'art. 44 della L.R. n.31 del 05/12/2008 e s.m.i.

Ufficio competenteServizio Agricoltura - Foreste - Ambiente - Difesa del suolo
Telefono0346/22400                                                                                                                    
Fax0346/22957
Mailagricolturaforeste@valleseriana.bg.it
PECcm.valle_seriana@pec.regione.lombardia.it
Uffici ClusoneVia Dante Alighieri n. 1
Uffici AlbinoViale Libertà n. 21
OrariOrari di apertura al pubblico
Tempi procedimentaliIl regolamento amministrativo della CM prevede 60 giorni.
Responsabile del servizioDr. Dimitri Stabilini
Personale addetto al servizioOrler Fabio, Pezzoli Elena


Iter tecnico amministrativo per il rilascio dell'autorizzazione

La richiesta è finalizzata ad ottenere l'autorizzazione per la trasformazione d’uso del suolo in terreni gravati da vincolo idrogeologico così come definiti dall’art. 2 del R.D.L. n. 3267/1923, va indirizzata alla Comunità Montana Valle Seriana e andrà consegnata presso il Comune in cui si trova l'area vincolata, presentando l'originale in bollo e 2 copie di tutta la documentazione.

Ricevuta l’istanza, il Comune provvede alla sua pubblicazione al proprio albo pretorio per 15 giorni consecutivi a norma dell'art. 21 del R.D.L. n. 1126/26 e conseguentemente alla trasmissione della pratica alla Comunità Montanaunitamente alla relata di pubblicazione e alle eventuali opposizioni presentate.

Il regolamento amministrativo della Comunità Montana prevede 60 giorni di tempo dal ricevimento dell’istanza per il rilascio/diniego dell’autorizzazione richiesta.

Al fine di evitare contenziosi, è opportuno che il Comune non rilasci la licenza edilizia prima che la Comunità Montana si sia espressa sulla richiesta di mutamento e che l'autorizzato, prima di iniziare i lavori, si accerti che sull'area non gravino altri vincoli.


Casi in cui l'autorizzazione viene lasciata in "sub-delega" dai Comuni (art. 44 co. 3 della L.R. 31/08)

Qualora l’intervento non comporti anche la trasformazione d’uso di suolo forestale, il rilascio dell’autorizzazione alla trasformazione d’uso del suolo è rilasciata dai Comuni in cui ricadono le opere nei seguenti casi:

  1. interventi su edifici già presenti per ampliamenti pari al 50% dell’esistente e comunque non superiori a 200 metri quadrati di superficie;
  2. posa in opera di cartelli e recinzioni;
  3. posa in opera di fognature e condotte idriche totalmente interrate, linee elettriche di tensione non superiore a 15 Kv, linee di comunicazione e reti locali di distribuzione di gas; posa in opera di serbatoi interrati comportanti scavi e movimenti di terra non superiori a 50 m3;
  4. interventi comportanti scavi e movimenti di terra non superiori a 100 m3 , di sistemazione idraulica-forestale, di ordinaria e straordinaria manutenzione della viabilità agro-silvo-pastorale e di realizzazione di manufatti di sostegno e contenimento.


Le domande possono essere presentate all'Ufficio Protocollo sia presso gli Uffici della sede di Clusone - Via Dante Alighieri n. 1 - 24023 Clusone (BG) - sia presso gli Uffici decentrati di Albino - Viale Libertà n. 21 - 24021 Albino (BG).


Inerzia e potere sostitutivo

In caso di inerzia da parte del responsabile, il potere sostitutivo è attribuito al Segretario, il quale può essere contattato durante l'orario di apertura degli uffici attraverso i seguenti recapiti: 

Qualora il Responsabile del procedimento sia il Segretario, il potere sostitutivo è attribuito al Presidente dell'Ente, il quale può essere contattato attraverso i seguenti recapiti: 

Nel corso del procedimento, la legge riconosce in favore dell'interessato, quale strumento di tutela amministrativa e giurisdizionale, il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR).

Ultimo aggiornamento

19 February 2021
Il portale utilizza cookie per migliorare la navigazione e consente l'utilizzo di cookie anche di terze parti. Chiudendo il banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie.
Privacy Policy